ALMANACCO: 19 febbraio nasce lo scultore Constantin Brâncuși

Importante artista e scultore romeno, Constantin Brâncuși nacque il 19 Febbraio del 1876. Famoso per essere stato il pioniere della moderna scultura astratta, attraverso la realizzazione di opere in bronzo e marmo, ma anche in legno. E’ conosciuto principalmente per le sue sculture astratte di teste ovoidi e uccelli in volo.

Brâncuşi nasce nel 1876 in Romania, nel paesino di Pestisani, dove trascorre tutta la sua giovinezza. Fu fin da piccolo amante dell’arte, tanto che convincerà suo padre a iscriverlo prima alla Scuola di Arte e mestieri di Cracovia e dopo all’Accademia di Bucarest. Qui riceverà una formazione di stampo accademico che, poi si rivelerà essere completamente opposta alla sua idea di arte.

Esordi artistici

Fu proprio questo forte senso di insoddisfazione verso gli insegnamenti accademici, che lo indurrà ad abbandonare definitivamente la scuola, iniziando a viaggiare per trovare lavoro. Si spostò tra Austria e Germania, lavorando a Vienna e Monaco, fino all’età di 28 anni, quando nel 1904, decise di partire a piedi verso Parigi, la città che in quel periodo brulicava di arte e artisti. Qui si iscrisse all’Ecole des Beaux-Arts, rimanendo colpito dalle opere dei grandi scultore francesi, primo fra tutti Auguste Rodin.

Nel 1906 partecipa con le sue prime sculture al Salon d’Automne, dove incontra e strinse amicizia con Modigliani, Satie e Duchamp, dai quale venne fortemente influenzato. Tra gli altri conosce anche pittori come Fernand Léger, Henri Matisse ed Henri Rousseau. Crebbe in lui questa grande passione per l’arte francese, anche se mantenne comunque un costante rapporto con la Romania, dove fa frequentemente ritorno per esporre le sue opere, quasi ogni anno, a Bucarest.

Evoluzione artistica

Nel 1913 espone cinque sue sculture alla mostra dell’Armony Show di New York, dove fu fortemente apprezzato e conosciuto in tutta America. La sua fama fece si che un anno più tardi, Alfred Stieglitz decise di allestire la prima personale dell’opera di Brancusi nella sua galleria a New York. Questo fu il periodo in cui si concentrò artisticamente sulla realizzazione di una serie di sculture in legno che sottolineano il suo interesse per il primitivismo.

Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale però il suo stile cambiò, avvicinandosi sempre più ad opere dal gusto astratto, alla ricerca della forma-tipo e della forma genitrice. Tra le caratteristiche della sua idea artistica, c’era il fatto che Brancusi non fu mai membro di un movimento artistico organizzato, anche se all’inizio degli anni ’20 abbia frequentato Tristan Tzara, Francis Picabia e molti altri dadaisti. 

Opere più importanti

Nel 1926 si recò due volte negli Stati Uniti, occasione in cui fu protagonista di un curioso caso giudiziario promosso dalla Dogana degli Stati Uniti, legato all’esportazione di una sua opera d’arte astratta, ovvero Uccello nello spazio. Questo processo aveva l’obiettivo di stabilire se la sua scultura sia soggetta ad imposta in quanto manufatto o debba essere considerata un’opera d’arte. Ovviamente questo curioso evento fece il giro del mondo, diventando noto con il nome di “Caso Brâncuși“.

Dopo questo fatto, nel 1937 tornò in Romania, in quanto ricevette l’incarico di realizzare un monumento ai caduti per il parco pubblico di Târgu Jiu, progettando un insieme di sculture, che costituirono l’opera più importante che lasciò al proprio paese. Oltre alla Romania, durante gli anni Trenta, Brancusi compì numerosi viaggi, visitando India, Egitto e diversi paesi europei, lasciando numerose opere, come la progettazione di un tempio della meditazione per il maragià di Indore.

Ultimi anni

Dopo il 1939 Brancusi ritornerà a Parigi, dove inizierà a lavorare da solo portando a termine la sua ultima scultura in gesso intitolata Grand Coq. Qualche anno più tardi, nel 1952 ottenne la cittadinanza francese, solamente 5 anni prima della sua morte, avvenuta nel 1957, all’età di 81 anni.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: