ALMANACCO: 14 Febbraio si festeggia San Valentino

La festa di San Valentino è una ricorrenza dedicata agli innamorati, celebrata in gran parte del mondo il 14 febbraio. In origine ricordata come festività religiosa, che prese il nome del santo e martire cristiano Valentino di Terni, andando a sostituirsi alla festa pagana dei lupercalia, presumibilmente anche con lo scopo di cristianizzare la festività romana.

Queste feste romane arcaiche erano legate al ciclo di morte e rinascita, accompagnate da vari rituali legati alla sfera più antica e primordiale della sessualità umana, e per questo definiti deplorevoli già nel tardo Impero Romano. Ecco perchè con il tempo vennero definitivamente bandite dai papi cristiani, in particolare, da papa Gelasio I, che istituì invece, una festa dedicata all’amore romantico e privo di sessualità, associandolo idealmente alla protezione del santo Valentino.

Origini ed evoluzioni

La figura di san Valentino infatti è nota anche per il messaggio d’amore portato, soprattutto per la leggenda secondo cui avrebbe donato a una fanciulla povera una somma di denaro necessaria per il suo sposalizio. Il generoso dono, frutto di amore e finalizzato all’amore, avrebbe dunque creato la tradizione di considerare il santo Valentino come il protettore degli innamorati. Questa tradizione di festeggiare l’amore, rimane ancora oggi.

Ad esempio nei paesi di cultura anglosassone, il tratto più caratteristico della festa di san Valentino è lo scambio di valentine, bigliettini d’amore che riportano frasi e parole romantiche per il proprio amato. Questo alimentò la produzione industriale su vasta scala di biglietti d’auguri dedicati a questa ricorrenza, tanto che divenne al contempo una tradizione di cultura popolare a tutti gli effetti. La tradizione dei biglietti amorosi poi cominciò a diventare sempre più complessa arrivando allo scambio di regali, scatole di cioccolatini, mazzi di fiori o gioielli.

L’amore nell’arte

In occasione di questo giorno in cui si festeggia l’amore, vedremo come scultori e pittori riuscirono con il tempo a scandagliare questo sentimento, realizzando opere sensazionali. Primo fra tutti, ricordiamo Antonio Canova, che realizza intorno alla fine del 700, il gruppo scultoreo di Amore e Psiche, ovvero due giovani che si incontrano con una composizione in perfetto equilibrio.

Canova scolpì il momento nel quale i due giovani si ritrovano e si abbracciano. Amore e Psiche nell’attimo che precede il bacio, si contemplano l’un l’altro con intensità ed erotismo e le loro labbra, pur essendo estremamente vicine, non sono ancora unite. Canova comunica il loro trasporto amoroso in modo misurato ed equilibrato, sfumando la loro passione nella tenerezza e in un’affettuosa contemplazione.

Stessa cosa accade a Henri de Toulouse-Lautrec, che lavorò ad un ciclo di dipinti realistici, che anche se molto distanti dalle sculture classicheggianti di Canova, riproducono lo stesso tema. In questo caso il realismo tende a riprodurre le scene d’amore della vita notturna parigina. Ecco come Cafè, locali, case chiuse e bordelli divennero per lui luoghi da riprodurre, con l’obiettivo di raccontare le storie di persone nascoste, dimenticate o bollate con etichette superficiali.

Nel quadro A letto: Il bacio, svela infatti l’intimità di due prostitute omosessuali, che all’interno delle case chiuse si scambiano un bacio e un abbraccio. Non ci sono moralismi, giudizi o sentimentalismi, ma solo l’immediatezza di un’immagine rispettosa che cattura un momento passionale, intimo e familiare. Questo dipinto emana una bellezza ed una sensualità che sembrano stare lì appositamente a ricordarci che il pittore crede ancora in un amore sincero e puro.

Anche nel primo Novecento durante il periodo della famosa Secessione Viennese, l’amore veniva riprodotto secondo la sua forma più pure. Fu infatti Egon Schiele, esponente assoluto del primo Espressionismo, ad aver dato vita all’opera L’abbraccio, introducendo quella che si denota una forte espressività e un’attrazione verso i due corpi nudi nella tela.

Nel lavoro vengono riprodotti un uomo e una donna, abbracciati con sincera passione, colti nella loro più viva e intensa intimità. La coppia, si stringe in un abbraccio che ha in sé una vera e propria potenza emozionale come se avessero paura di perdersi o separarsi. Questa forte passione e intensità viene maggiormente sottolineata dall’utilizzo delle linee nette e spezzate delle anatomie e i colori in forte contrasto.

Il tema degli amanti e dell’amore, ricorre spesso anche nella pittura di Renè Magritte di quegli anni a cavallo tra il primo e il secondo Novecento. Infatti, molte sono le rappresentazioni che il pittore belga realizzò aventi come soggetti un uomo e una donna affiancati, con il volto coperto da un lenzuolo bianco.

Di questa serie fa parte l’opera Gli amanti, con il volto coperto da un panno bianco pallido, in contrasto con il rosso della parete e del vestito della donna che rimanda al colore del sangue e della passione. È presente, infatti, la contrapposizione tra il gesto dei due, ovvero il baciarsi, e la loro non identificabile identità. Questo per rappresentare un amore che ancora non c’è, ma che viene sognato e desiderato ardentemente. Da una parte, quindi, la felicità di un sogno, dall’altro la tristezza della realtà.

Come ultima opera in ordine cronologico realizzata nel 1965 è l’opera di Ron Hicks, intitolata Amore per strada. Da sempre appassionato di pittura realista Hicks, farà dell’amore e della passione uno dei temi principali della sua produzione artistica, raffigurando baci nei cafè, nel letto, in un parco, e addirittura per strada.

Nell’opera sopracitata, infatti, ritrae la forte passione tra due giovani amanti che che va aldilà del tempo e dello spazio. Ecco come si protendono al di fuori delle loro auto, nel mezzo della strada, per potersi scambiare il bacio, che suggella il loro amore. Secondo l’artista l’incrocio delle due auto lungo la strada equivale all’incrocio delle vite dei due giovani e al loro amore passionale.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: