ALMANACCO: 25 Gennaio nasce lo scrittore Alessandro Baricco

Scrittore, drammaturgo, sceneggiatore, autore televisivo, critico musicale, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano, Alessandro Baricco, nacque il 25 Gennaio del 1958. Scrittore tra i più conosciuti e amati dai lettori di narrativa in Italia, si afferma nel panorama editoriale pubblicando diversi romanzi di grande successo, ottenendo anche il Premio Viareggio nel 1993.

Nasce a Torino nel 1958, città dove si forma, frequentando il Liceo classico statale Vittorio Alfieri, e dove si laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi in Estetica. Contemporaneamente alla tesi, studia al conservatorio musicale dove si diploma in pianoforte, sua altra grande passione. L’amore per la musica e per la letteratura, ispirano fin dall’inizio la sua attività di brillante saggista e di narratore.

Articoli critici e giornalismo

La sua passione lo portò inizialmente ad iniziare la carriera di scrittore pubblicando alcuni saggi di critica musicale, come Il genio in fuga su Rossini, e L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin, sul rapporto tra la musica e la modernità. Si rivelò un critico musicale scaltro e di notevole apertura, tanto che venne chiamato per collaborare con la Repubblica e sulla pagina culturale per La Stampa.

Per queste due testate editrici, realizzerà una bellissima rubrica, in cui Baricco, con stile narrativo, stendeva articoli e riflessioni circa gli avvenimenti più disparati, dalla partita di tennis al concerto pianistico, dalle performance delle star del Pop alle rappresentazioni teatrali. Il tentativo era quello di ritrarre fatti legati alla quotidianità o al campo mediatico tramite un’ottica secondaria, con l’intento di svelare cosa si cela dietro il grande circo che la realtà rappresenta.

L’attività letteraria

Nel 1991 prende corpo il primo esempio della sua vena narrativa, con il suo primo romanzo intitolato Castelli di Rabbia, prontamente pubblicato da Bompiani. Con questo lavoro si aggiudica il Prix Médicis étranger e partecipa alla selezione finale del Premio Campiello dello stesso anno. Nel 1993 pubblica Oceano mare, uno dei suoi romanzi più apprezzati, e pubblicato da Rizzoli con cui inizierà una collaborazione di molti anni. Mentre il 1996 è l’anno di Seta, da cui sarà tratto un film per la regia di François Girard.

La collaborazione con Rizzoli termina nel 2002, con la pubblicazione di Senza sangue, cui precede City, uno dei primissimi casi di lancio editoriale effettuato esclusivamente online. Nel 2004 comincia la collaborazione con l’editore Feltrinelli con cui pubblica Omero, Iliade, una vera riscrittura e reinterpretazione del poema omerico. Dopo una breve parentesi con Fandango, con cui pubblica Questa storia nel 2005, tornerà in Feltrinelli pubblicando l’opera Emmaus, dove parlerà di temi religiosi per la prima volta.

Carriera televisiva

Contemporaneamente alla brillante carriera letteraria, Baricco collaborò a trasmissioni radiofoniche sempre come critico musicale, come Radio Tre Suite sul canale radio della Rai. Fu grazie a questo incarico che sbarcò in televisione, il cui esordio arrivò nel 1993, come conduttore di L’amore è un dardo, una fortunata trasmissione di Raitre dedicata alla lirica. Questa idea fu un un ponte tra il mondo affascinante ma spesso impenetrabile della lirica, e il comune pubblico televisivo.

Fu solamente un anno dopo, nel 1994, che crea e conduce un programma dedicato interamente alla letteratura, chiamato Pickwick, del leggere e dello scrivere, in cui venne affiancato dalla giornalista Giovanna Zucconi. Nel 1998, è protagonista di un’altra avventura televisiva, ovvero la trasmissione Totem, durante la quale commenta e narra i passi più salienti di racconti e romanzi. Nel 2017 tornò su Rai3 con la riproposizione televisiva dello spettacolo Steinbeck, Furore, in cui ci fu la lettura del romanzo Furore di Steinbeck accompagnata da una selezione musicale.

Filmografia

Nel 1998 il regista Giuseppe Tornatore ha diretto un film tratto dal romanzo, La leggenda del pianista sull’oceano. Lezione ventuno invece fu il suo primo film, del 2008, da lui scritto e diretto, che ruota attorno al personaggio del professor Mondrian Kilroy, che è ad una sua lezione, la numero 21, riguardo alla nascita della nona sinfonia di Beethoven. Nel 2018 ha fatto parte della Giuria nella 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: