ALMANACCO: 20 Dicembre nasce il chimico Thomas Graham

Chimico scozzese, di fama mondiale, Thomas Graham nacque il 20 Dicembre del 1805. Notevole per aver aperto la strada alla pratica medica della dialisi e per aver stabilito il campo scientifico della chimica dei colloidi. Anche ricordato per aver formulato un’importante teoria e formula scientifica nota come legge di effusione di Graham.

Nato e cresciuto a Glasgow, in Scozia, figlio di un uomo d’affari. Vista la sua agiata famiglia, ebbe l’opportunità di studiare nelle migliori scuole, tanto che conseguì anche un master nell’Università di Glasgow. Qui conobbe T. Thomson, il suo docente di chimica che lo avviò alla grande passione per la materia.

Lo studio sui gas

Ottenuta la laurea riuscì anche ad insegnare chimica all’Università di Londra e nel 1836 al Royal College of Science and Technology. Fu in questo periodo da docente che effettuò notevoli ricerche in ambito scientifico e chimico. Prima fra tutte le sue scoperte, fu lo studio sui fenomeni diffusionali in seno ai gas e ai liquidi, osservando una sostanziale analogia di comportamento.

Sviluppò su questa tesi la nota legge di Graham, per misurare la velocità di diffusione dei gas, scoprendo di conseguenza che le velocità relative dell’effusione dei gas sono paragonabili alle velocità di diffusione. Dall’esame della diffusione di un liquido in un altro, riuscì a distinguere du tipi di sostanze: colloidi e cristalloidi. I primi simili alla gomma erano soggetti a bassa diffusibilità, mentre i secondi, come il sale comune avevano un’elevata diffusibilità.

Ideazione della Dialisi

Sulla base di queste teorie, riuscì ad ideare anche la Dialisi, ovvero il procedimento di separazione delle particelle colloidali da quelle cristalloidi. La separazione per dialisi fu un processo lento, che dipende per la sua velocità dalle differenze di dimensione delle particelle e velocità di diffusione tra i colloidi e i cristalloidi. Esso però poteva essere accelerato dal riscaldamento o, se i cristalloidi sono carichi, dall’applicazione di un campo elettrico, che da vita ad un altro procedimento, che prende il nome di elettrodialisi.

Per questi lavori e per i suoi contributi alla conoscenza dello stato colloidale, venne considerato un precursore degli studî chimico-fisici e uno dei fondatori della chimica dei colloidi. Fu grazie alla sua fama, che divenne collaboratore di Thomas Charles Hope all’Università di Edimburgo e collaboratore alla fondazione della Chemical Society of London, uno dei primi casi di istituto al servizio delle scienze chimiche, che diede l’esempio ai francesi, tedeschi e statunitensi. Di tale istituto divenne il primo presidente.

Altre scoperte

Notevoli furono anche le ricerche sugli acidi e i sali fosforici. Nel 1833 Graham infatti studiò le tre forme di acido fosforico, lavoro dal quale si sviluppò il concetto di acidi polibasici. Fu anche fra i primi scienziati chimici, ad osservare il fenomeno dell’iper-assorbimento dell’idrogeno su un elettrodo di palladio, un cristallo che permetterebbe, secondo la teoria di Fleischmann-Pons, un reciproco avvicinamento tra gli atomi di idrogeno, tale da permettere la controversa “fusione nucleare fredda”, che attualmente si ritiene un fenomeno non dimostrato né spiegato in modo scientifico.

Inoltre nel 1835, studiò la natura della combinazione dell’acqua di cristallizzazione nei sali. Riferiì infatti sulle proprietà di tale acqua, e ottenne di conseguenza anche composti definiti dalla mescolanza di sali e alcol, i cosiddetti “alcolati”, composti analoghi degli idrati. Fu anche grazie a questa scoperta che il suo nome venne legato alla miscela detta appunto sale di Graham. Inoltre, proseguendo gli studi sul cianogeno intrapresi da L. Gmelin, scoprì l’elemento radicale cianurico.

Premi

I suoi studi spaziavano in diversi campi e, furono talmente rivoluzionari che gli valsero due medaglie reali nel 1837 e nel 1863, ma anche la medaglia reale “Copley” nel 1862 e il premio “Jecker” dell’accademia delle scienze di Parigi nel 1862.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: