ALMANACCO: 1 Dicembre nasce la scultrice Marie Tussaud

Anna Maria Tussaud, detta Marie, nasce il 1 Dicembre del 1761. Conosciuta soprattutto per essere stata una scultrice francese, passata alla storia per le sue iconiche sculture di cera di personaggi famosi. La sua arte si diffuse in tutto il mondo, tanto che fondò, prima a Londra e poi in altri paesi, il museo delle cere, chiamato proprio Madame Tussauds.

Nata a Strasburgo nel 1761 con il nome di Marie Grosholtz. Alla nascita si trasferì con la madre a Berna, in seguito alla morte del padre avvenuta durante la Guerra dei Sette Anni, prima ancora che Marie venga messa al mondo. La madre, rimasta vedova, si trasferì a Berna, dove diventa la governante del dottor Curtius, medico abile nella modellazione di parti anatomiche in cera utilizzate per le sue lezioni di anatomia.

Gli esordi nell’arte della cera

Fu grazie al dottor Curtius che, Marie e la madre, acquisirono la cittadinanza svizzera, e lo seguirono in molti suoi viaggi di lavoro. Fu infatti nel 1765 che lui decise di trasferirsi a Parigi, per iniziare a costruire un laboratorio per la produzione di figure in cera, e le due lo seguirono. Nel 1770 avvenne la prima mostra dei lavori di Curtius, in una sorta di Caverna degli orrori, che riscosse un grandissimo successo. L’opera più apprezzata fu la statua in cera di Madame du Barry, l’amante di Luigi XV.

Durante il soggiorno parigino Curtius, oltre ad esporre le proprie opere, comincia ad insegnare la tecnica della cera anche a Marie che, nonostante abbia appena sei anni, si rivela subito avere una notevole predisposizione. Risale al 1778, la sua prima statua che rappresenta esattamente il ritratto del famoso filosofo Jean-Jacques Rousseau, e successivamente realizzerà anche le statue di Voltaire e Benjamin Franklin. Grazie alla sua abilità artistica nel modellare la cera, diventò insegnante della sorella di Luigi XVI, tanto che venne apprezzata da tutta la corte e invitata anche a vivere direttamente nella reggia di Versailles.

Durante la Rivoluzione Francese

Durante il periodo della rivoluzione francese, però Marie, che in quel periodo viveva alla corte di Luigi XVI, venne coinvolta nei moti rivoluzionari, cosa che però la portò ad incontrare molti personaggi di spicco della politica, fra cui Napoleone Bonaparte e Robespierre. A causa del suo lavoro e delle sue frequentazioni viene sospettata di simpatie rivoluzionarie, aumentate anche dall’influenza di Curtius, che partecipò attivamente alla Rivoluzione e persino alla presa della Bastiglia.

A causa del sospetto di cui venne accusata, Marie fu condannata a morte e imprigionata. Rimase in carcere in attesa di essere ghigliottinata in compagnia di Giuseppina di Beauharnais, moglie di Napoleone e sua compagna di cella. Sta quasi per essere giustizia, quando la sua abilità con la cera le consente di procrastinare il momento dell’esecuzione, e salvare la sua vita. Marie infatti venne chiamata da Maria Antonietta e Luigi XVI, per eseguire il macabro compito di realizzare delle maschere di cera dei condannati a morte, alcuni dei quali furono suoi amici. Fra queste maschere realizzò quella di Marat e Robespierre.

Il museo di Madame Tussauds

Alla morte di Curtius, avvenuta nel 1794, Marie ricevette in eredità la sua collezione di statue. L’anno successivo sposa François Tussaud, un ingegnere civile da cui prese il cognome e con cui, qualche anno più tardi si trasferì a Londra. Fu in questo periodo che decise di iniziare a portare le sue statue in giro per la Gran Bretagna e l’Irlanda. Fu nel 1835 che realizzò la prima mostra permanente a Baker Street, nel quale realizzò il suo autoritratto in cera che ancora oggi si trova all’ingresso del suo museo.

Il museo diventò presto una delle principali attrazioni turistiche della città, che durò per anni e anni, tanto da diventare storico. Alla morte di Marie, venne lasciato in eredità ai suoi due figli che, nel 1884, lo trasferiscono nella sede di Marylebone Road, dove si trova tuttora. Il museo delle cere di Madame Tussauds è oggi una delle maggiori attrazioni turistiche della città di Londra, e successivamente vennero create delle sedi in altre sette città del mondo, ovvero ad Amsterdam, Hong Kong, Las Vegas, Copenaghen, Berlino, Washington e New York.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: