ALMANACCO: 13 Novembre nasce la scrittrice Dacia Maraini

Scrittrice, poetessa e saggista italiana, Dacia Maraini nacque il 13 Novembre del 1936. Autrice poliedrica, acuta e sensibile, amava indagare sulla condizione della donna, attraverso la creazione nei suoi testi di figure femminili complesse e determinate, inserite in una più ampia riflessione su diversi temi sociali. Con la raccolta di racconti Buio si è aggiudicata il premio Strega.

Dacia Maraini nasce a Fiesole da uno scrittore etnologo orientalista e da una pittrice siciliana. Per seguire il lavoro del padre, l’intera famiglia Maraini si trasferì in Giappone, durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. E’ proprio a causa degli eventi bellici che tutta la famiglia venne internata in un campo di concentramento a Tokyo patendo una lunga agonia per due anni. Dopo la liberazione, Dacia torna in Italia, precisamente in Sicilia, dove vive con i nonni materni e avvia i suoi studi.

Esordi e opere più importanti

Per Dacia furono gli anni della prima formazione letteraria, ma soprattutto del sogno di una fuga che attuerà all’età di 18 anni, con la decisione di andare a vivere a Roma con il padre, già li per lavoro. Qui prosegue il liceo e per guadagnare qualcosa, si arrangia facendo l’archivista, la segretaria, la giornalista di fortuna. A 21 anni fonda, assieme con altri giovani, la rivista letteraria Tempo di letteratura, scrivendo successivamente racconti per numerosi altri periodici e riviste, quali Nuovi argomenti, Il mondo e Paragone

Nel 1962 che esordisce con il primo romanzo, La vacanza, raggiungendo il successo letterario, e affermandosi nel mondo culturale romano e italiano. Ad esso seguirono i romanzi L’età del malessereA memoria, Crudeltà all’aria aperta. In questo periodo comincia anche ad occuparsi di teatro, fondando con altri scrittori, il Teatro del Porcospino, per cui scrisse molti testi teatrali, tra i quali Maria Stuarda di successo internazionale, fino ai recenti Veronica, meretrice e scrittora e Camille.

Impegnata sul sociale

Nel Teatro del Porcospino, si rappresentano solo novità italiane, da Parise a Gadda, Tornabuoni all’onnipresente Moravia. Fu proprio qui che incontra Alberto Moravia, iniziando con lui una relazione di lunga passione, tanto che nel 1962 lui lascia la moglie e scrittrice Elsa Morante, per Dacia. Nel corso della sua vita fu in contatto con altri personaggi, scrittori, registi che ebbero un ruolo di primo piano nel panorama culturale italiano, ad esempio Pasolini o Maria Callas. Queste influenze furono decisive per la sua febbrile attività culturale, iniziando a pubblicare le sue prime raccolte di poesie, legate al suo interesse per le donne e per la sua attività di femminista.

E’ proprio sulla base di questo, che nel 1973 fonda il Teatro della Maddalena, gestito da sole donne, nel quale si misero in scena opere teatrali, per informare il pubblico riguardo a specifici problemi sociali e politici. Tra queste ricordiamo Dialogo di una prostituta con un suo cliente, Stravaganza, ma anche Memorie di una ladra e Storia di Piera, da cui ne ricaveranno due fortunati film, molto riusciti. In queste opere Dacia Maraini affrontava le sue emozioni più intime e i suoi ostacoli interiori, dando spazio all’interiorità intesa come un groviglio di sensazioni e ansie, obiettivo costante dei suoi lavori.

Opere e riconoscimenti

Nel ‘90 esce Lunga vita di Marianna Ucrìa, che vince il Campiello e altri prestigiosi premi, ottenendo un enorme successo di critica e pubblico. Solamente 3 anni dopo scrisse Bagheria, un appassionante viaggio autobiografico nei luoghi d’infanzia, e il romanzo Voci, anch’esso vincitore di molti premi letterari, che offre una nuova interpretazione sul tema della violenza sulle donne. I grandi temi sociali, la vita delle donne, i problemi dell’infanzia sono ancora al centro delle sue opere successive, come il breve saggio sulla modernità e sull’aborto Un clandestino a bordo, e la raccolta di racconti sulla violenza sull’infanzia Buio, vincitore del Premio Strega.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: