ALMANACCO: 23 Ottobre nasce lo scrittore Gianni Rodari

Scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano, Gianni Rodari nacque il 23 Ottobre del 1920. Tra i migliori scrittori per ragazzi del XX secolo, fu specializzato in letteratura per l’infanzia e tradotto in molte lingue. Vinse il prestigioso Premio Hans Christian Andersen nel 1970, per essere uno dei maggiori interpreti del tema fantastico, nella sua iconica opera Grammatica della fantasia del 1973.

Nato nel 1920 a Omegna, sul lago d’Orta, dove frequentò i primi anni delle scuole elementari. A soli dieci anni, a causa della prematura morte del padre, tutta la famiglia fu costretta a trasferirsi a Gavirate, paese natale della madre. Finite le scuole elementari, nel 1931 fa richiesta di entrare in seminario per frequentare il ginnasio, distinguendosi subito per le ottime capacità, diventando ben presto il primo della classe. Dopo aver conseguito il diploma magistrale, per alcuni anni fece l’insegnante, lavoro su cui puntava da tempo.

Gli esordi e la politica

Nel 1939 si iscrisse alla facoltà di lingue dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, abbandonando però i corsi dopo pochi esami, inseguendo la professione di insegnante. L’esperienza a scuola fu divertente, in quanto i bambini utilizzarono la fantasia addirittura per aiutarlo a correggere le sue stesse opere, una delle caratteristiche basilari di Rodari. Durante la seconda guerra mondiale, venne esonerato dal servizio militare a causa della salute cagionevole, ed assegnato all’ospedale militare di Baggio. Ma qui venne traumatizzato dalla perdita dei suoi migliori amici e dall’internamento del fratello in un campo di concentramento nazista in Germania.

A partire da questo episodio, il suo impegno politico venne sempre più delineandosi. Dopo il 1943 inizia una collaborazione con i Resistenti comunisti e l’anno dopo, nel maggio 1944, si arruola nella Squadra di azione Patriottica di Saronno. Iscrittosi al Partito Comunista Italiano, ne diventa funzionario, e venne incaricato a dirigere il settimanale per bambini, il Pioniere, il cui primo numero esce il 10 settembre 1950. Inoltre subito dopo la guerra viene chiamato a dirigere anche il giornale Ordine Nuovo, e nel 1947 viene chiamato all’Unità a Milano, dove diventa prima cronista, poi capo cronista ed inviato speciale.

Successi maggiori

Fu proprio per il giornale L’Unità di Milano che iniziò a curare la rubrica La domenica dei piccoli, pubblicando le sue prime filastrocche per bambini, che ottennero da subito un enorme successo di pubblico e di critica. Mentre lavora come giornalista, incomincia a scrivere dei racconti per bambini, dei veri e propri libri per l’infanzia come Il libro delle filastrocche ed il Romanzo di Cipollino, ma anche Gelsomino nel paese dei bugiardiFavole al telefono, ecc. Alcuni suoi testi per l’infanzia, tra i quali la celeberrima Ci vuole un fiore, vengono musicati da Sergio Endrigo e da altri cantautori.

Ha scritto numerose filastrocche, poesie, racconti surreali, divertenti, fantasiosi, sempre usando un linguaggio semplice e chiaro che fa presa diretta sui bambini. Nei suoi lavori ci sono messaggi di tolleranza, integrazione, pacifismo, solidarietà, ambientalismo. Fu nel 1963 che venne pubblicata la sua opera più celebre, intitolata Grammatica della fantasia: introduzione all’arte di inventare storie, un saggio per insegnanti, genitori e animatori, con cui vinse qualche anno più tardi il Premio Hans Christian Andersen, considerato il “Piccolo Premio Nobel” della narrativa per l’infanzia. Fu il più prestigioso riconoscimento internazionale che premia la qualità letteraria ed estetica degli scritti. Fu il solo e unico italiano a riceverlo

Ultimi Anni

Gianni Rodari muore all’età di 59 anni a Roma, città in cui viveva dagli anni ’50. Numerosi sono i testi che lo ricordano e parlano della sua opera, così come i luoghi, le strade, i parchi, le biblioteche a lui intitolati. Il più celebre è il Parco della fantasia a Omegna.

Federica.

Una opinione su "ALMANACCO: 23 Ottobre nasce lo scrittore Gianni Rodari"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: