ALMANACCO: 2 Settembre muore lo storico dell’arte Philippe Daverio

Storico dell’arte, critico d’arte, personaggio televisivo, gallerista, politico e accademico, Philippe Daverio morì il 2 Settembre del 2020. Divenne noto al grande pubblico per la partecipazione a numerosi programmi televisivi e la conduzione della fortunata striscia Passepartout su Rai3. Voce particolare, look riconoscibile con il suo farfallino e le giacche originali, Daverio aveva avuto il grande merito di divulgare a tutti, l’ampio spettro dell’arte moderna e contemporanea.

Nato a Mulhouse, in Alsazia (Francia),nel 1949, crebbe in una grande famiglia multiculturale, con suo papà di origini italiane e sua mamma alsaziana, assieme ad altri cinque fratelli. Si trasferisce da giovanissimo in Italia per proseguire gli studi, frequentando prima la prestigiosa Scuola Europea di Varese, e dopo iscrivendosi alla facoltà di Economia e Commercio alla Bocconi di Milano. Pur avendo completato tutti gli esami, non ha mai preparato la tesi e non si è quindi laureato.

Philippe Daverio - Photo Credits: web

Philippe Daverio e il mondo dell’arte

È nel periodo universitario che l’uomo iniziò il suo percorso nel mondo dell’arte. Nel 1975 ha aperto la sua prima galleria d’arte contemporanea a Milano, a cui ne hanno fatto seguito altre tra l’Italia e New York.

Il suo impegno come storico dell’arte lo ha portato a collaborare con molte riviste, a scrivere diverse opere letterarie. Tra i più importanti titoli, ricordiamo: Catalogo ragionato dell’opera di Giorgio De Chirico fra il 1924 e il 1929Catalogo generale e ragionato dell’opera di Gino Severini

Philippe Daverio - Photo Credits: web

Dall’arte alla televisione

Collaboratore di diverse testate come “Panorama” e “Liberal“, nel 1999 è inviato speciale di “Art’è“, trasmissione in onda su Raitre. Arrivò a condurre Passepartout e Il Capitale di Philippe Daverio.

Su Rai 5, invece, è stato al timone di Emporio Daverio, nel quale il critico alsaziano analizza la cultura, l’arte, la gastronomia e l’architettura di città o regioni italiane. Nel 2019 è stato scelto, inoltre, come inviato per Striscia la Notizia, protagonista di una rubrica dedicata all’arte.

Philippe Daverio - Photo Credits: web

Philippe Daverio e l’attività politica

Nel 2008 Vittorio Sgarbi, divenuto sindaco della cittadina siciliana di Salemi, nomina Daverio bibliotecario della città. L’anno dopo, in occasione delle elezioni provinciali, si candida a Milano come consigliere nella lista civica di Filippo Penati venendo eletto, anche se poco dopo dovette dimettersi.

Nell’anno 2011, in cui ricorre il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, fonda “Save Italy”, movimento che intende sollecitare cittadini e intellettuali a favore della tutela della enorme eredità culturale del Bel Paese.

Philippe Daverio - Photo Credits: web

Ha ricevuto varie onorificenze, tra cui il Cavalierato delle Arti e delle Lettere e la Medaglia d’Oro di benemerenza del Ministro per i Beni Culturali.

Malato da qualche tempo, si è spento ricoverato presso l’Istituto dei tumori di Milano il vicino 2 settembre 2020, all’età di 70 anni.

Federica.

3 pensieri riguardo “ALMANACCO: 2 Settembre muore lo storico dell’arte Philippe Daverio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: