ALMANACCO: 1 Settembre muore il Re Sole Luigi XIV di Francia

Membro della casata dei Borbone nonché il 64° re di Francia, Luigi XIV, detto il Re Sole o Luigi il Grande, morì il 1 Settembre del 1715. Con il primato di aver guidato il regno più lungo della storia, divenne famoso per essere un convinto assertore di una monarchia di tipo assolutistico e della legittimità dei diritti divini del monarca. Soprannominato Re Sole, proprio per ribadire il suo ruolo da monarca assoluto, divenne celebre per la sua frase “Lo stato sono io”.

Nato a Saint-Germain-en-Laye nel 1638 per miracolo, in quanto la regina faticava a partorire alcun figlio. A soli 5 anni, incredibilmente ottenne le redini del regno, in seguito alla morte del padre avvenuta nel 1643. Venne accompagnato in questo difficile ruolo dal primo ministro francese e cardinale italiano Giulio Mazzarino.

L’ascesa al trono e i primi cambiamenti

Fu solamente alla soglia dei suoi 22 anni, che a causa della morte di Mazzarino, subentrò come Re effettivo. Il panorama politico che trovò una volta salito al potere, non fu però dei più favorevoli, soprattutto in seguito alla guerra e all’aumento del peso fiscale provocato. Le conseguenze furono ondate di proteste nelle campagne francesi e un malcontento generale dell’aristocrazia poco dalla politica del cardinale Mazzarino. Le rivolte partirono soprattutto dal parlamento francese, un’istituzione non rappresentativa, ma di controllo amministrativo e finanziario con poteri giudiziari. Esso diede vita a due rivolte dette fronda parlamentare e fronda dei nobili.

Proprio per questo, quando Luigi XIV ascese al potere, decise che durante il suo regno la Francia non sarebbe più stata vittima di rivolte e di difficoltà finanziarie. Stabilì di creare una monarchia assoluta in cui il sovrano fosse il centro indiscusso con pieni poteri, aiutato da un Consiglio di ministri composto da uomini di fiducia. Nel 1682 spostò in modo permanente la sua residenza nella ricca reggia di Versailles, creando una vita di corte basata su feste e giochi, nonché sulla costante distribuzione di soldi e cariche ai membri della nobiltà. Riuscì ad allentare il legame tra nobiltà e territori e controllare allo stesso tempo i nobili riunendoli in un’unica reggia trasformandoli in cortigiani.

Il Re sole, monarca assoluto

Da quel momento si fece chiamare il Re Sole, il sovrano attorno al quale girava tutta la vita politica del regno. Il monarca assoluto infatti, divenne per la Francia quello che il sole è per il sistema solare, ne rappresentava cioè il fulcro, la parte centrale e più importante, quella attorno alla quale gira tutto il resto. Da monarca assoluto infatti intervenne in ogni campo, dalla difesa riorganizzando le forze armate gerarchicamente, all’economia tagliando le spese e risanando le casse dello Stato. Favorì inoltre le esportazioni e promosse la produzione interna di manifatture in grado di creare beni di lusso, come la seta e i merletti, da esportare a prezzi alti con le compagnie commerciali.   

Dal punto di vista religioso, condusse a una politica religiosa accentratrice e intollerante, concentrando ondate di persecuzioni, soprattutto sugli Ugonotti, ristabilendo una Francia cattolica. In politica estera, invece nel 1667 promosse delle espansioni che però portarono la Francia ad entrare in guerra contro la Spagna. Luigi XIV addirittura avanzò la candidatura alla successione sul trono di Spagna e cercò di ottenere i Paesi Bassi spagnoli. Di fronte al rifiuto, invase le Fiandre e la Franca Contea. Fu per questo che per contrattacco venne creata nel 1686 la Lega d’Augusta composta da Spagna, Austria e Paesi Bassi, che accerchiarono la Francia, facendole firmate la pace di Rijswijk un anno dopo.

Lo stile artistico di Luigi XIV

Luigi XIV però non operò solamente dal punto di vista politico, economico e religioso, ma si dedicò anche a interessanti sviluppi sulle arti e le scienze. Questi sviluppi ovviamente furono assecondati o ostacolati in base agli orientamenti e agli interessi della corte, come ad esempio per la letteratura, il teatro e le scienze. Tutto doveva passare sotto la supervisione e l’approvazione del Re Sole. Per quanto riguarda invece architettura e arti figurative, furono molto più presenti all’interno della corte. Nel 1648 ad esempio venne realizzata l’Accademia reale di pittura e scultura, e qualche anno dopo venne istituita anche la Fabbrica Gobelins di arazzi e arredi preziosi, e l’officina per replicare i vetri di Murano.

Il re Sole fu talmente dedito all’arte, che venne coniato anche lo stile Luigi XIV, o anche noto come classicismo francese. Era semplicemente lo stile architettonico e delle arti decorative che intendeva glorificare la figura di Luigi XIV e il suo regno, rappresentando la maestà, l’armonia e la regalità. Esso si articolò in tre periodi, che coincidono con le età del re. Nel primo durante la giovinezza del re, l’architettura e l’arte vennero ancora influenzate dallo stile del padre e dal barocco italiano. Durante il secondo periodo, sotto il governo del re, lo stile divenne più classico, trionfante, lussuoso, come espresso dalla reggia di Versailles, con un mobilio massiccio, pieno di sculture e dorature. L’ultimo invece, fu un periodo di transizione, che si presentava in forma più leggera e con una maggiore libertà e fantasia di linea.

Ultimi anni

Nel 1715, stanco e con problemi di salute, Luigi XIV morì dopo settantadue anni di regno. Sembra che alla notizia della sua morte, la Francia intera esultò e festeggiò e che il suo feretro, trasportato nella chiesa di Saint-Denis a Parigi, fu oltraggiato da sputi e fango lanciati dalla folla oppressa da anni di tasse e privazioni.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: