ALMANACCO: 10 Luglio nasce il pittore Camille Pissarro

Pittore francese, tra i maggiori esponenti dell’Impressionismo, Camille Pissarro, nasce il 10 Luglio del 1830. Conosciuto come uno dei più importanti artisti francesi dell’800. La sua pittura è caratterizzata dai colori freschi, molto vivi, concreti e squillanti, utilizzati con molta attenzione alla costruzione dei volumi e definizione di spazi ben precisi. I suoi quadri sono incentrati sul paesaggio campestre e sulla natura, lavorando “en plein air”.

Nacque a St. Thomas nelle isole Antille, ma insieme alla famiglia, si trasferì subito a Parigi, iniziando gli studi. Fu grazie ai continui stimoli degli insegnanti che Pissarro maturò una sincera passione per il disegno e la pittura, che ebbe modo di mettere a frutto quando diciassettenne fece ritorno nelle Antille. La sua passione tuttavia, fu fortemente ostacolata dal padre, che desiderava piuttosto che si avviasse alla carriera di merciaio.

Gli esordi impressionisti

Volendo quindi dedicarsi al disegno, andrò contro il volere del padre, e scappò di casa verso il Venezuela, con l’amico pittore Fritz Melbye. Qui iniziò a vendere i suoi primi dipinti per pagarsi il viaggio che lo condusse a Parigi, nel periodo in cui la città serbava un grandissimo fervore artistico. Ritornato nella capitale francese, infatti, iniziò a frequentare l’Ecole des Beaux-Arts e poi l’Academie de Suisse, venendo a contatto con grandi pittori come Manet, Courbet e Corot. Su consiglio di quest’ultimo, infatti, Pissarro iniziò a dipingere en plein air (all’aria aperta), per rendere unico il suo stile pittorico.

Questi artisti, come lui nutrivano una spiccata insofferenza per il tradizionalismo accademico e per la dittatura artistica dei Salons. Ecco perchè si avvicinò a questo gruppo discutendo insieme di arte al Cafè Guerbois, restandone fortemente influenzato, e partecipando come loro ai Salon des Refuses, ovvero delle esposizioni dove partecipavano tutti gli artisti rifiutati dai Salon ufficiali. Solamente nel 1864, espose al Salon, ma si notarono già i segni di un cambiamento stilistico, infatti, l’atmosfera si rivitalizza, al cupo è sostituito il colore, fino ad arrivare a una svolta impressionista.

Dall’impressionismo al puntinismo

Il suo primo stile come già detto è legato al movimento impressionista, data dalla realizzazione di paesaggi en plein air realizzati con effetti cromatici date da piccole macchie di colore irregolari. Allo stesso tempo però dà vita a composizioni che appaiono solide e strutturate, anche senza linee di contorno, date da una visione artistica del tutto personale. Nonostante queste originalità, Pissarro esercitò una forte influenza sugli Impressionisti.

Tuttavia, non ne uscì indenne da quella che venne definita la crisi dell’Impressionismo, avvenuta quando il movimento aveva ormai perso ogni spinta propulsiva, con i vari artisti che iniziarono a seguire esclusivamente la loro sensibilità. Così anche Pissarro, aderì per qualche momento ad altri movimenti, come il Divisionismo di Georges Seurat, artista che sviluppò una tecnica detta pointillisme, consistente nell’accostamento di colori puri sotto forma di minuscoli puntini. Su queste teorie, Pissarro diede vita a quadri come Donne in un campoIsola LacroixRouen effetto di nebbia.

Ultimi anni

Dopo lo scoppio della guerra franco-prussiana, Pissarro si rifugiò a Norwood, un villaggio alla periferia di Londra, soggetto di vari suoi dipinti. Nonostante l’oltraggioso affronto ricevuto dalle truppe prussiane, Pissarro continuò a dipingere e a lavorare su mutamenti stilistici e tematici anche radicali. Inizia infatti a realizzare paesaggi e vedute, molti dei quali vennero esposti nella Galleria londinese di Paul Durand-Ruel, un mercante d’arte amante dell’impressionismo.

La sua produttività però, diminuì drasticamente dopo un atroce abbassamento alla vista a causa di una malattia all’occhio accompagnata da un’intensa fotosensibilità. Ciò malgrado continuò a dipingere, non più en plein air, ma dai suoi appartamenti, dando vita a scorci di città e paesaggi visti dall’alto. A partire dal 1892 ritornò allo stile impressionista, a cui rimase sostanzialmente fedele fino alla morte, avvenuta a Parigi il 13 Novembre del 1903.

Federica.

Una opinione su "ALMANACCO: 10 Luglio nasce il pittore Camille Pissarro"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: