ALMANACCO: 29 Maggio nasce il poeta Dante Alighieri

Poeta, ma anche scrittore e politico italiano, Durante Alighiero, meglio conosciuto come Dante Alighieri, nacque il 29 Maggio del 1265 a Firenze. Considerato il padre della lingua italiana, la cui fama è dovuto alla paternità della Divina Commedia, la più grande opera scritta in italiano e uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. Importante linguista, teorico politico e filosofo, Dante segnò profondamente la letteratura italiana, tanto da essere soprannominato il “Sommo Poeta” o, per antonomasia, il “Poeta”.

Nato a Firenze nel 1265, da una famiglia della piccola nobiltà. Da subito studiò le arti del Trivium, ovvero materie letterarie come il greco, il latino, la filosofia e la storia. Successivamente, negli anni dell’adolescenza, riuscì ad entrare nella scuola toscana del Dolce Stil Novo, di cui successivamente, insieme ad altri famosi letterati, ne divenne caposcuola. Qui conobbe il politico ed erudito fiorentino Ser Brunetto Latini, ma anche il poeta e filosofo Guido Cavalcanti, figure chiave per la sua carriera letteraria. 

L’amore per Beatrice e la Vita Nova

Uno degli eventi più importanti della vita di Dante è stato l’incontro con Beatrice, la donna che ha amato ed ha esaltato come simbolo della grazia divina. Beatrice sarebbe realmente vissuta, identificata nella nobildonna fiorentina Beatrice o Bice Portinari, morta giovanissima nel 1290. L’incontro tra i due, avvenne in giovane età, grazie al quale Dante si innamorò perdutamente della donna, rendendola fulcro della sua vita e ispirazione per le sue opere. Nei suoi scritti infatti, parla di un amore puro e spirituale, tanto da far apparire Beatrice come una donna-angelo.

Dante, successivamente alla morte dell’amata Beatrice, dal 1291 cominciò a raffinare la propria cultura filosofica. Frequentò le scuole dei domenicani di Santa Maria Novella, legati al pensiero di Bonaventura da Bagnoregio, e dei francescani di Santa Croce, ereditari della lezione aristotelico-tomista di Tommaso d’Aquino. Sulla base di queste influenze nel 1292, comincia a scrivere la “Vita Nova”, concentrandosi sulla figura dell’Imperatore, mito di un’impossibile unità tra le due correnti filosofiche.

L’attività politica verso l’esilio

Dante si interessò molto alla politica della sua città, che proprio durante il basso medioevo si divise in due fazioni, i guelfi e i ghibellini. Dante per poter partecipare attivamente alla vita politica si iscrisse all’Arte dei Medici e degli Speziali, diventandone priore e schierandosi apertamente con i guelfi. A loro volta i guelfi furono divisi in bianchi, coloro che contrastavano l’eccessivo potere del papa, e in neri, appoggiando il potere papale senza alcun problema.

Dante, da sempre contrario a Papa Bonifacio VIII, perché considerato supremo emblema della decadenza morale della Chiesa, si alleò ai guelfi bianchi. A causa di questo scontro con Bonifacio VIII, iniziano due processi politici nel quale Dante venne accusato di corruzione e condannato in contumacia prima a un’enorme multa e poi a morte nel marzo 1302. E’ così costretto a lasciare la sua città, e iniziare il suo lungo esilio che durerà fino alla morte.

La Poetica dantesca

Il periodo dell’esilio, fu molto stimolante dal punto di vista del programma letterario. Il ruolo della lingua volgare fu fondamentale per Dante, in quanto divenne per lui una lingua colta e letteraria, prediligendola al latino antico ritenuto finto ed artificiale. Con il volgare, cercò di abbattere il muro tra i ceti colti e quelli più popolari, mettendola al servizio della società. Per celebra la superiorità del volgare sul latino, scrisse l’opera De Vulgari Eloquentia tra il 1302 e il 1305.

La capacità con cui Dante passa, all’interno delle Rime, dalle tematiche amorose a quelle politiche, da quelle morali a quelle burlesche, troverà il supremo raffinamento all’interno della Divina Commedia,  in cui le tre cantiche corrispondono ai tre stili: umile, mezzano e sublime. Questo plurilinguismo si inserisce perfettamente nell’ambito dello Stilnovismo, che Dante riconduce all’amore spirituale per Beatrice. Un amor cortese sublimato dalla sua intensa sensibilità religiosa, privata degli elementi sensuali e carnali tipici, tanto da paragonare la donna ad un angelo, e inserirla nel Paradiso.

Il capolavoro della Divina Commedia

La sua opera di maggior successo, è la Comedìa, un poema estremamente complesso e stratificato di alto valore religioso e filosofico. Fu Boccaccio ad attribuirgli l’aggettivo di “Divina”, in quanto considerata la più importante testimonianza letteraria medievale nonché una delle più grandi opere universale. Dante iniziò a lavorare all’opera intorno al 1300 e la continuò nel resto della vita, pubblicando le cantiche man mano che le completava. L’Inferno venne completato intorno al 1313, mentre il Purgatorio fu pubblicato nei due anni successivi. Il Paradisoiniziato forse nel 1316, fu pubblicato man mano che si completavano i canti negli ultimi anni di vita del poeta.

Il poema è appunto diviso in tre libri o cantiche, ciascuno formato da 33 canti, tranne l’Inferno che ha all’inizio un proemio. Ogni canto si compone di terzine di endecasillabi, classica struttura dantesca. Nella Commedia racconta una drammatica realtà, intrisa di spiritualità cristiana che si mescola alla politica e agli interessi letterari del poeta. Si narra di un viaggio immaginario, compiuto dal poeta stesso, nei tre regni dell’aldilà, nei quali si proiettano il bene e il male del mondo terreno. Nel percorso tortuoso e arduo, incontrerà vari personaggi, confrontandosi con loro sulla morale, sulla filosofia e sulla politica. Dante è accompagnato dal suo maestro Virgilio nell‘Inferno e nel Purgatorio. mentre in Paradiso da Beatrice e, infine, da san Bernardo.

Federica.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: