ALMANACCO: 26 Maggio muore San Filippo Neri

Presbitero, educatore e attivista, Filippo Neri dopo la sua morte, avvenuta il 26 Maggio 1595, venne venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Conosciuto come sacerdote, ebbe l’obiettivo di allontanare i giovani dal male, fondando a Roma un oratorio, nel quale si eseguivano letture spirituali, canti e opere di carità. Portò il suo amore verso il prossimo, la semplicità evangelica, la letizia d’animo, lo zelo esemplare e il fervore nel servire Dio.

Nato a Firenze il 21 luglio 1515, da una famiglia benestante, ricevette una buona istruzione che lasciò in lui l’amore per i libri e la lettura, una passione che lo accompagnò per tutta la vita. Anche la formazione religiosa del ragazzo, avvenuta nel convento dei Domenicani di San Marco, ebbe una forte influenza su di lui. Tanto che fin da giovane studiò umanità per potersi fare sacerdote.

L’esperienza religiosa a Roma

A soli 20 anni, per inseguire la sua vocazione, si trasferì a Roma, la città del Papa, dove rimase fino alla sua morte. La città santa delle memorie cristiane, la terra benedetta dal sangue dei martiri, attrasse il suo desiderio di intensa vita spirituale. Filippo giunse come pellegrino penitente, visse gli anni della sua giovinezza dedicati a coltivare lo spirito. Qui decise di dedicarsi alla propria missione evangelica in una città corrotta e pericolosa, tanto da ricevere l’appellativo di «secondo apostolo di Roma».

Filippo predilesse le chiese solitarie, i luoghi sacri delle catacombe, il sagrato delle chiese durante le notti silenziose. Coltivò per tutta la vita questo spirito di contemplazione, che si sposò perfettamente con le attività di apostolato verso coloro che incontrava per le vie di Roma e con il servizio di carità negli Ospedali. Essendosi fatto sempre più intenso il suo apostolato nei confronti dei bisognosi, decise di fondare la cosiddetta Confraternita della Santissima Trinità dei Pellegrini, creata per accogliere e curare viandanti, pellegrini e povera gente dei borghi romani.

La Congregazione dell’Oratorio

A trentasei anni, il 23 maggio del 1551, venne consacrato sacerdote ed entrò a far parte della comunità dei preti della chiesa di San Girolamo della Carità, in pieno centro della città. Ottenne l’abilità di confessore, ma la sua occupazione principale fu il lavoro tra i giovani, fondando per loro una confraternita di laici che si riuniva per adorare Dio. Radunò attorno a sé gruppi di ragazzi di strada, avvicinandoli alle celebrazioni liturgiche e facendoli divertire, in quello che sarebbe divenuto in seguito l’Oratorio.

Nacque quasi per caso, il progetto della “Congregazione dell’Oratorio”, voluta da papa Gregorio XIII, nel 1575, che affidò a Filippo e alla sua comunità di preti. Concesse per loro la piccola e fatiscente Chiesa di Santa Maria in Vallicella, conosciuta successivamente con il nome di Chiesa Nuova, per gli importanti restauri voluti proprio dal Neri. Qui Don Filippo, promosse numerose attività, coinvolgendo nella preghiera e nella lettura della Bibbia molti uomini comuni, artisti, musicisti, uomini di scienza. Fondò inoltre una scuola per l’educazione dei ragazzi di strada.

Ultimi anni di vita

Nell’Oratorio trascorse gli ultimi 12 anni della sua vita, segnati però da terribili malattie, guarigioni e ricadute continue. Morì il 26 maggio 1595, all’età di 80 anni, dopo aver celebrato la messa del Corpus Domini. Dopo la sua morte ebbe subito fama di santità presso i fedeli, questo perché restò nel cuore di tutti per essere uno dei santi più bizzarri della storia della Chiesa.

Venne definito “Santo della gioia” perché amava accompagnare i propri discorsi con un sorriso e un pizzico di buon umore. Ricordato anche come “Apostolo di Roma” dai Pontefici e dal popolo, attribuendogli il titolo riservato a Pietro e Paolo, titolo che Roma non diede a nessun altro dei grandissimi santi che operarono nella città. La beatificazione riporta la data della sua morte, avvenuta nel 1615.

Federica.

2 pensieri riguardo “ALMANACCO: 26 Maggio muore San Filippo Neri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: