ALMANACCO: 16 Maggio nasce la pittrice Tamara de Lempicka

La pittrice di origine polacche, Tamara de Lempicka nacque il 16 Maggio del 1898. Conosciuta come la regina dell’Art Deco’, amava ritrarre donne bellissime, fredde e irraggiungibili ma allo stesso tempo co un animo malinconico, tormentato e romantico, un po’ come era lei. Infatti in ognuna di loro c’è un pezzo di lei, che si racconta dipingendo le donne più belle del Novecento.

Il luogo della sua nascita non è certo, forse nata a Varsavia da una donna polacca e un ricco ebreo russo, che scappò quando lei era bambina. Durante la sua adolescenza visse con la nonna materna, che la spinse a frequentare una delle scuole più prestigiose della Polonia, dove scoprì la sua passione per l’arte. Grazie alla nonna, fece moltissimi viaggi alla scoperta delle opere d’arte più famose Firenze, Venezia e Roma.

L’inizio della brillante carriera

Alla morte della nonna, Tamara si trasferisce a San Pietroburgo, dove sposa il ricco e giovane avvocato Tadeusz Łempicka, conteso dalle più belle donne della città. Ma con lo scoppio della Rivoluzione Russa, e il coinvolgimento del marito, i due decisero di traslocare a Parigi. Qui Tamara decise di dedicarsi alla pittura, iniziando a vendere i suoi quadri per guadagnare.

E così Tamara si iscrisse all’Académie de la Grande Chaumiere, dove conobbe i grandi maestri parigini, che influenzarono le sue opere, che avevano già uno stile del tutto personale. Iniziò anche ad esporre al pubblico, nella sua prima mostra al Salon d’Automne nel 1922. Fu una manifestazione di rottura nei confronti delle esposizioni più ufficiali, tanto che lei stessa si presentò in modo originale con uno pseudonimo maschile.

La vita mondana nelle sue opere

Grazie all’esposizione al Salon d’Automne, divenne famosa come ritrattista disegnando le dame più note di Parigi. Iniziò un’intensa vita mondana, con amanti, feste, cocaina e dipinti realizzati a tarda notte. La sua vita, del resto, fu l’incarnarsi di ciò che rappresentò nei suoi quadri, ovvero una costante ricerca della ricchezza, vivendo con teatralità e sfacciataggine.

Nelle sue opere appaiono infatti telefoni, automobili, e yachting club, come inquadrature di film o copertine di riviste. Utilizzava colori che luminosi, forti e decisi, con linee nette e precise che disegnano donne fredde, malinconiche, irraggiungibili. Visse infatti infatti in totale adesione con l’idea di femme fatale che andava di moda in quegli anni. Questa vita frenetica la portò in giro per tutto il mondo, visitando più volte l’Italia, ospitata da Gabriele D’annunzio, e allestisce mostre a New York, Los Angeles e San Francisco. 

Dalla depressione alla morte

Il suo successo fu però oscurato da un’intensa forma di depressione che non le darà mai tregua. Questa crisi esistenziale, influenzò moltissimo i suoi soggetti artistici, tanto da abbandonare il vizio e la mondanità, per ritrarre personaggi di contenuto pietistico e umanitario. Un desiderio di sobrietà colpì le sue donne, che da quel momento rappresentò velate da scialli o fazzoletti annodati sotto il mento. Il loro ammiccamento non si rivolse più allo spettatore, perché gli occhi guardarono al cielo, quasi piangenti.

Le sue nuove opere vennero però accolte freddamente dalla critica, e in contemporanea all’aggravarsi della sua depressione, decise di abbandonare la pittura. Depressa e addolorata, tentò diverse case di cura in Italia, e anche un convento a Parma, senza ottenere successi. Nel 1978 si trasferì a Cuernavaca in Messico dove si spense nel sonno il 18 marzo 1980. Impressionata dalla storia dell’eruzione del Vesuvio, chiese di spargere le proprie ceneri sul vulcano messicano.

Federica.

Una opinione su "ALMANACCO: 16 Maggio nasce la pittrice Tamara de Lempicka"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: