ALMANACCO: 30 Aprile muore il pittore Edouard Manet

Nel giorno della sua morte che giunse il 30 Aprile del 1883, all’età di soli 51 anni, celebriamo l’artista francese Edouard Manet. Elegante e raffinato, possiamo considerare Manet un rivoluzionario, a cui si associa la nascita dell’Impressionismo. Fu lui infatti il primo che uscì dagli atelier per dipingere la realtà così come appariva all’occhio, ritraendola dal vero, all’aperto.

Manet nacque a Parigi, da una famiglia benestante e sembra destinato a diventare giudice come il padre. Fu però appassionato di arte, e per evitare la carriera giuridica, decide di fuggire e imbarcarsi come marinaio. La sua carriera sui mari dura poco ma gli basta per convincere la famiglia ad assecondare le sue passioni.

Le prime opere ed influenze

Manet torna a Parigi dopo questo viaggio e riesce a convincere il padre. Fu così che nel 1850 inizia a frequentare l’atelier del pittore francese Thomas Couture. Ma da personaggio rivoluzionario, Monet polemizza con il suo maestro, non accettando la rigidità dei ritratti tradizionali, troppo innaturali e ridicoli. Così, decise di dipingere i suoi soggetti in pose quotidiane, per ottenere una resa più realistica. Ne è un esempio il quadro Il bevitore di assenzio del 1859.

Manet dopo l’esperienza da Couture viaggerà molto, visitando l’Olanda, l’Italia, l’Austria, la Germania e studiando lo stile e le opere di grandi maestri che allargano i suoi orizzonti artistici. Rimase in particolare impressionato dalle opere di Giorgione, Goya, Velazquez, Tiziano e i pittori olandesi e fiamminghi del ‘500 e ‘600.

I suoi quadri iconici e rivoluzionari

Dal 1856 studia presso l’Accademie, iniziando a far parte del circolo dei pittori impressionisti insieme a Degas, Pissarro, Monet, Renoir, e Cézanne. Sotto tale influenza realizzerà le due opere più famose, presentate al Salon del 1863: Le déjeuner sur l’herbe (Colazione sull’erba) e Olympia. Opere che vennero rifiutate dagli accademici perché troppo rivoluzionarie, ottenendo giudizi molto negativi da pubblico e critica.

Queste due opere ebbero un effetto dirompente. Per la prima opera, gli spettatori furono indignati e offesi dal dipinto che mostra una donna completamente nuda seduta tra due uomini vestiti. Mentre la seconda opera, ispirata alla Maya Desnuda di Goya, venne ritenuta tanto scabrosa da venire spostata ad un’altezza tale da renderla meno visibile al pubblico in sala. Ovviamente, tutto questo scalpore rende l’artista “persona non gradita” al Salon che rifiuta le sue opere, ma trova spazio nel Salon des Refusés, aperto per la prima volta.

L’impressionismo e Claude Monet

Nonostante il suo esplicito distacco dall’impressionismo, in quanto non partecipò ad una loro esposizione, Manet fu considerato uno degli artisti che contribuì maggiormente alla nascita di questo movimento. Si può notare infatti come dal 1873 in poi, nelle sue opere è evidente l’utilizzo di uno stile impressionista, a cui però aggiunge il suo tocco personale del colore nero, firma distintiva della sua arte.

Una delle opere più celebri che egli realizza in questi anni è Bar aux Folies Bérgere, in cui utilizza uno stile pittorico simile a quello dell’artista impressionista Claude Monet. Insieme all’artista trascorse tutta l’estate del 1874 ad Argenteuil, imparando a dipingere “en plein air” sulla sua barca-atelier, sviluppando toni più luminosi e la leggerezza delle nature morte.

Edouard Manet muore a Parigi dopo lunga malattia il 30 aprile 1883 lasciando numerosi “imitatori”, oltre ai 420 quadri a olio, numerosi acquerelli e pastelli.

Federica.

2 pensieri riguardo “ALMANACCO: 30 Aprile muore il pittore Edouard Manet

  1. Finalmente una presentazione di sé degna di nota, ti seguirò con grandissimo piacere, Federica. Di arte ne so davvero poco, ma sono una gran curiosona e amo gli argomenti che non piacciono a nessuno (o a pochi). Quindi grazie a wordpress che ti ha indirizzato su uno dei miei articoli così ho avuto la possibilità di conoscerti e iniziare a seguirti. Ti leggerò con vero piacere e commenterò, stanne certa.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: