ALMANACCO: 28 Aprile muore il pittore Francis Bacon

Nel giorno della sua scomparsa avvenuta il 28 Aprile del 1992, ci soffermiamo sulla figura artistica di Francis Bacon, pittore irlandese. Considerato uno dei più grandi pittori del Novecento, passò alla storia per le sue opere d’arte spietate e surreali. Nelle sue opere c’è l’angoscia di un’esistenza dolorosa, di una vita in cui sulla bilancia del destino, ogni gioia va pagata con uno struggente dolore.

Nato a Dublino il 28 ottobre 1909, fin da bambino mostra una natura sensibile e una predilezione per gli abiti femminili, rivelando già allora una evidente omosessualità, che portò il padre a reagire duramente con punizioni brutali. Questo rapporto con il padre venne aggravato da una grave forma di asma ereditaria che lo costringeva ad assumere morfina e stare a casa, cosa che lo sminuiva agli occhi del padre, grande appassionato di caccia e sport all’aria aperta. 

L’influenza cubista

A causa di tali conflitti con il padre, Bacon decide a soli 16 anni, di trasferirsi inizialmente a Londra, per poi visitare le città di Berlino e Parigi, metropoli chiave nella sua formazione artistica. Qui ha infatti l’opportunità di ammirare opere di grandi artisti, come quelle di Pablo Picasso, da cui ne fu impressionato.

Venne colpito soprattutto dalla tendenza cubista di giocare con le figure umane e gli oggetti rendendoli completamente distorti, una folgorazione per l’artista che prenderà quella nuova pittura ad esempio. Realizza disegni ad olio e acquerelli, in parte ispirati a Picasso di derivazione cubista e surrealista. Un’esempio fu  Crucifixion realizzata nel 1933, una delle sue opere più note.

Le prime opere

Nel 1936 Bacon inviò alcune opere alla Mostra Internazionale del Surrealismo, senza ottenere successo. Deluso dal rifiuto, smette di dipingere, iniziando a distruggere quasi tutti i lavori, tranne Crucifixion e qualche altro quadro. Ma nel 1945 la Lefevre Gallery di Londra espose un suo trittico di opere rosse, iniziando ad ottenere successo da parte di grandi gallerie e musei che acquistarono le sue opere.

Da questo momento in poi le sue opere riscuotono sempre maggiore interesse, cosa che permette a Bacon di vivere tra Londra e la Costa Azzurra, giocando a carte e dipingendo. L’enorme successo però lo portò a condurre una vita dissoluta, perso nei fumi dell’alcool e oberato dai debiti.

L’angoscia nelle sue opere

Condurre una vita senza regole, vivendo senza remore ogni emozione, danzando in bilico su un abisso che ha tracciato un solco nella sua arte. Probabilmente è a causa di quella maledetta sensibilità, che mostra il mondo con una spietata lucidità. Per lui l’unico modo per restare in vita è annientando sé stessi, cancellando i pensieri in una vita senza sonno.

Nelle sue opere c’è l’angoscia di un’esistenza dolorosa, di una vita in cui sulla bilancia del destino, ogni gioia va pagata con uno struggente dolore. Volti sfigurati, figure straziate e tanto altro, nei lavori di Bacon. Tra le opere più famose ricordiamo la serie Heads e la serie Popes, nel quale riproduce i ritratti straziati di venticinque papi. Fra questi spicca il capolavoro Study after Vélazquez’s Portrait of Pope Innocent X, in cui il volto trasfigurato del papa è un grido di angoscia esistenziale della società dell’epoca.

Ultimi anni di vita

Nel 1962 il suo successo viene legittimato con un’importante retrospettiva alla Tate Gallery di Londra. Tale evento verrà però distrutto dalla prematura scomparsa di Peter Lacy, amante di Bacon. Questo gravissimo lutto, pose un freno alla sua carriera, lasciando un segno profondo nell’intimo dell’artista. Fu così fino alla sua morte, avvenuta il 28 aprile 1992 a Madrid, dove si era recato per una breve visita, causata dall’asma cronica.

Federica.

4 pensieri riguardo “ALMANACCO: 28 Aprile muore il pittore Francis Bacon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: