ALMANACCO: 20 Aprile nasce il pittore Joan Mirò

Pittore, scultore, disegnatore, incisore e ceramista, Joan Miró nacque il 20 Aprile del 1893 a Barcellona. Viene considerato uno dei più importanti artisti spagnoli di sempre, legato alla corrente del Surrealismo.

Anche se la predisposizione artistica si manifesta sin da quando è ancora un bambino, la famiglia lo convince a studiare economia per lavorare come contabile in una drogheria. Continuerà questa carriera fino ai suoi 18 anni, in cui ebbe un esaurimento nervoso che lo portò a fargli cambiare vita. Per rimettersi in forze trascorse un periodo presso la fattoria di famiglia, un luogo che influenzerà molte delle sue opere.

Il primo avvicinamento al mondo dell’arte

Dopo la ripresa decide di dedicarsi completamente alla sua passione artistica, entrando nella Scuola d’arte di Barcellona. Qui si avvicina alla corrente artistica del Fauvisme, con la quale si dava la principale importanza al colore all’interno delle opere, abbandonando quindi la pittura tonale di stampo tradizionale.

Nel 1920 si trasferisce a Parigi, dove entra a far parte del circolo artistico dei pittori di Mont Martre, dove conobbe Pablo Picasso e il dadaista Tristan Tzara. Queste figure giocheranno un ruolo chiave nel suo percorso di formazione artistica. Dietro suggerimento del padre del surrealismo Breton, dà vita ad una pittura priva di effetti prospettici con forme in piena libertà.

Il più Surrealista dei Surrealisti

Durante il suo periodo surrealista (1924-1930) si convince del ruolo sociale dell’arte e della sua capacità di raggiungere le masse. Ecco perché sfruttando la sua arguzia e uno spiccato senso dell’umorismo, dipinge apponendo sulla tela le sue iscrizioni poetiche. Di questo periodo è il famoso dipinto Il carnevale di Arlecchino.

Questo lo porta ad essere considerato il più fervente esponente del Surrealismo, al punto che André Breton, fondatore di questa corrente artistica, lo descrive come “il più surrealista di noi tutti”. Ha infatti palesato il suo disprezzo per la pittura convenzionale dichiarando che andrebbe “stuprata, uccisa e assassinata”.

La poetica surrealista

Le opere di Miró hanno un aspetto onirico e allucinatorio grazie all’impiego di colori forti e decisi come il giallo, il nero, il rosso o il blu. È fatta di forme essenziali, sempre più astratte caratterizzate da tratti e linee di colori crudi e piatti. Esse vennero caratterizzate da sfondi geometrici e colori omogenei, da immagini fantastiche, fantasiose e umoristiche, contorte nel tratto e nel significato.

Grande sperimentatore e artista eclettico, usò ogni tipo di materiale come base per i suoi lavori: tele, cartoni, masonite, pezzi di ferro. Secondo lui tutto ha dignità per poter divenire opera d’arte. La sua creatività non si esprime solo attraverso la tecnica del dipinto ma anche per mezzo di collage, sculture, monumenti, litografie, ceramiche, scenografie, arazzi ecc.

Federica.

Una opinione su "ALMANACCO: 20 Aprile nasce il pittore Joan Mirò"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: