ALMANACCO: 10 Aprile nasce il giornalista Joseph Pulitzer

Nato a Makò in Ungheria il 10 Aprile 1847, Joseph Pulitzer è stato un giornalista, editore e politico ungherese naturalizzato statunitense. Fu il creatore di un nuova concezione di giornalismo, considerati per l’epoca controversi. A lui si deve la fondazione del noto riconoscimento all’eccellenza giornalistica, il Premio Pulitzer, che ogni anno, dal 1917, viene assegnato a giornalisti e scrittori americani.

Figlio di un ricco mercante ebreo, Joseph ricevette un’ottima educazione, acquisendo dai genitori l’amore per la lettura e le lingue straniere. Nel 1864 emigra negli Stati Uniti, arruolandosi nell’esercito federale, ottenendo la cittadinanza statunitense. Combatté durante la Guerra di Secessione statunitense, ma ben presto abbandona le armi per intraprendere la professione di giornalista.

Inizio della carriera giornalistica e politica

La sua carriera inizia nel 1868 a Saint Louis nel Missouri, dove, giovanissimo, lavora come reporter per il Westliche Post, giornale in lingua tedesca, di cui ne acquisterà una parte di proprietà nel 1871. Qui iniziò ad allacciare i primi contatti con il mondo della politica, il suo principale interesse per il resto della vita.

Nel 1869 si candida alla Legislatura di Stato, diventandone vincitore al fianco del Partito Repubblicano. Questo è il primo passo ufficiale della sua lotta alla corruzione pubblica e privata, nel perseguimento della quale molti gli accreditano, peraltro, mezzi poco ortodossi come le minacce armate. Nonostante l’impegno politico Joseph Pulitzer non abbandona il lavoro tanto amato, il giornalismo.

St. Louis Post-Dispatch e New York World

A soli trentuno anni si ritrova ad essere padrone di una piccola fortuna, in quanto riuscì ad investire soldi e impegno per fondere i quotidiani Westliche Post e St. Louis Evening Dispatch, dando vita al St. Louis Post-Dispatch. L’operazione si rivelerà un successo. L’ambizioso editore-giornalista aspira ad un pubblico ancora più vasto e non si ferma alla “periferia”.

Infatti 5 anni più tardi, nel 1883, acquista anche il New York World portandolo ad alti livelli di popolarità e diffusione. Inizialmente considerato un giornale piccolo e di nicchia, Pulitzer riuscì a trasformare il quotidiano in qualità e stile, diventando una delle più grandi e influenti testate del suo tempo. La testata divenne promotrice di un’informazione libera da ogni interesse politico o aziendale, con un filone aggressivo nel perseguire la verità dei fatti.

La sua rivoluzione giornalistica

Mentre i giornali andavano avanti, arricchendosi di firme prestigiose e partecipando alla vita pubblica del paese commentando vizi e costumi della società del tempo, nel 1982 Pulitzer propose di istituire la primissima scuola di giornalismo al mondo. La proposta fu inizialmente rifiutata, soltanto nel 1912, venne realizzata, un anno dopo la sua morte la Columbia University Graduate School of Journalism.

In pochi anni la sua figura venne ad avere una straordinaria influenza sulla politica americana e sul mondo della carta stampata, diventando un paladino della libera stampa e di un modo di intendere il giornalismo come servizio pubblico. Pulitzer ha rivoluzionato il giornalismo e ha saputo trovare, vivendo il suo tempo, la via migliore per parlare a un pubblico ampio.

Dalla morte al Premio Pulitzer

Con la stessa velocità del suo successo, però, una vita frenetica e lo stress per i molti attacchi dei nemici e detrattori minarono le sue condizioni di salute. Pulitzer divenne cieco e, fu costretto a vivere sul suo yacht lontano dal mondo. Joseph Pulitzer muore a Charleston in Carolina del Sud il 29 ottobre 1911.

Dopo la sua morte, e grazie alle ultime volontà testamentali, venne costituito il celebre premio a lui intitolato, il famosissimo Premio Pulitzer. E’ tuttora considerato il massimo riconoscimento internazionale per giornalisti, nonché autori di testi di narrativa, storici, drammaturghi e compositori.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: