ALMANACCO: 29 Marzo avvenne l’ufficializzazione dell’Ordine Templare

Nel giorno 29 Marzo del 1139 avvenne l’ufficializzazione dell’Ordine Templare. I Cavalieri Templari, “Pauperes commilitones Christi templique Salomonis”, tradotto in Poveri Compagni d’armi di Cristo e del Tempio di Salomone, furono uno dei primi e più noti ordini religiosi cavallereschi cristiani medioevali.

La nascita dell’Ordine è da collocarsi territorialmente e storicamente nella Terrasanta. Nacquero durante le guerre tra forze cristiane e islamiche scoppiate dopo la prima crociata, indetta da papa Urbano II al concilio di Clermont nel 1096.

Le origine dell’Ordine Templare

In quell’epoca le strade della Terrasanta erano percorse da pellegrini provenienti da tutta Europa, che venivano spesso assaliti e depredati. Si pensò di risolvere il problema di difendere i luoghi santi e pellegrini, attraverso l’istituzioni di diversi ordini religiosi.  Nacquero così dei gruppi di cavalieri che si prefissero l’obiettivo di garantire l’incolumità dei devoti.

Intorno al 1118-1119 un pugno di cavalieri decise di fondare il nucleo dell’ordine templare, dandosi il compito proteggere i numerosi pellegrini europei che continuavano a visitare Gerusalemme. L’ordine venne ufficializzato nel 1129, rispettando una regola monastica, con l’appoggio di Bernardo di Chiaravalle. La mancanza di documenti dell’epoca rende impossibile l’esatta ricostruzione dei primi anni dell’Ordine, anche se ci risultano alcune testimonianze e documenti.

La vita dei Cavalieri

Nel 1118, alcuni nobili cavalieri, pieni di devozione per Dio, dichiararono di voler vivere secondo le consuetudini delle regole dei cattoliche, osservando castità e obbedienza. Il doppio ruolo di monaci e combattenti, che contraddistinse l’Ordine templare fu però da sempre fonte di perplessità in ambito cristiano.

L’ordine templare si dedicò nel corso del tempo anche ad attività agricole, creando un grande sistema produttivo, e ad attività finanziarie, costituendo il più avanzato sistema bancario dell’epoca. I templari furono identificabili per la loro sopravveste bianca con una croce patente rossa. Fra i loro simboli principali vi era il beauceant, caratterizzato appunto dalla croce patente rossa in campo bianco e nero.

Il loro contributo durante le Crociate

Nel 1096, durante la Prima Crociata, non furono protagonisti come corpo combattente in quanto non fu ancora creato formalmente il loro Ordine. Fu solo negli anni seguenti che si impegnarono nella protezione armata dei pellegrini. Infatti durante la Seconda Crociata del 1147, i Templari intervennero militarmente in aiuto dell’esercito di Luigi VII che, in seguito a numerose imboscate turche, rischiava di essere massacrato.

Ma fu durante la Terza Crociata, che i Templari risolsero in maniera decisiva la battaglia di Arsuf, sconfiggendo il Re Saladino e con lui il mito della sua invincibilità. Si diede inizio ad una serie di operazioni, intensamente volute da papa Innocenzo III e variamente attuate dalle signorie e dai regni europei, volte all’invio di armati verso il Vicino Oriente. La spedizione che ne conseguì, da molti considerata come Quarta Crociata, non raggiunse mai la Terrasanta.

La fine dell’Ordine

In seguito alle Crociate, l’ordine si inimicò il re di Francia Filippo IV il Bello che promosse delle accuse i Templari infamanti: sodomia, eresia e idolatria. Vennero in particolare accusati di adorare una misteriosa divinità pagana, il Bafometto. Questo portò ad un drammatico processo e alla dissoluzione definitiva del gruppo, in seguito alla bolla Faciens misericordam di papa Clemente V che soppresse l’ordine in modo perenne e irrevocabile.

Studi recenti confermano la teoria secondo la quale la vera causa della fine dei templari fu dettata dalla volontà di impossessarsi del loro patrimonio, tesi peraltro già sostenuta da Dante Alighieri nel canto XX del Purgatorio. Il motivo di tanto accanimento del Re fu, anche dovuto ai vari tentativi falliti di farne parte. Infatti, il sovrano, dopo aver tentato inutilmente di entrare nell’Ordine, incaricò di formulare delle precise accuse e di richiedere l’intervento del papato.

Nell’immaginario popolare la figura dei templari rimane controversa, sia riguardo al valore etico dell’ordine stesso, sia a causa delle leggende moderne circa una presunta prosecuzione segreta dell’ordine, non comprovata da fonti storiche.

Federica.

One thought on “ALMANACCO: 29 Marzo avvenne l’ufficializzazione dell’Ordine Templare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: