ALMANACCO: 18 Marzo nasce lo scrittore Stèphane Mallarmè

Nato il 18 Marzo del 1842 a Parigi, Étienne Mallarmé, detto Stéphane è stato un poeta, scrittore e drammaturgo francese. Fu un noto esponente della poesia Simbolista, caratterizzante dall’antirealismo e incontaminata dalle problematiche sociali, al contrario del Naturalismo, di cui Émile Zola fu il principale autore.

Durante la sua giovinezza venne fortemente influenzato da avvenimenti tristi, come la morte del padre e della sorella Marie. Scopre il mondo della letteratura e si entusiasma per Baudelaire, appartenente al movimento Decadentista. Viene influenzato dall’atteggiamento apatico e languido assunto dai ‘poeti maledetti’, esprimendo lo smarrimento delle coscienze rispetto alle disillusioni della cultura positivista.

Il principe dei poeti

Nel 1871 Mallarmé viene nominato insegnante a Parigi, porta avanti diverse collaborazioni con riviste e si dedica alla sua scrittura personale durante la notte. Nell’ambiente parigino strinse l’amicizia con Manet, Verlaine e Zola, figure che influenzeranno la sua scrittura. Con queste importanti figure artistiche si ritrovava presso il suo domicilio, divenuto un vero e proprio salotto letterario.

All’interno del salotto, viene eletto dai suoi pari “principe dei poeti” per aver pubblicato un infinità di opere come Erodiade, considerato il capolavoro della scuola parnassiana e Il meriggio di un fauno, poemetto di 110 versi ambientato in Sicilia.

Pensiero e Poetica

Mallarmé viene influenzato dal Decadentismo di Baudelaire, tradotto attraverso il Simbolismo. Ovvero è convinto che l’unico strumento per arrivare al pubblico è l’idea di Ermetismo, che crea la struttura stessa della poesia. Il principale soggetto nei suoi versi, infatti, è lo Spleen, la forma di disagio esistenziale, che prova il poeta davanti alla pagina bianca, davanti alla creazione dell’opera.

Ovviamente però, trasforma le idee baudeleriane, grazie all’uso di simboli e un lessico prolifico che rende le opere affascinanti ma allo stesso tempo scure. La fusione tra il Decadentismo e il Simbolismo, è una tecnica innovatrice che riesce a stregare tutti i lettori, compreso Verlaine e Rimbaud. Tanto da rendere Mallarmè il capo scuola dei Simbolisti.

Padre del Simbolismo

Mallarmé accorda un’importanza estrema alla lingua. I suoi versi sono pieni di termini rari o desueti, che non usa generalmente con il loro senso corrente. Ai termini dà invece significati diversi, riprendendone il senso etimologico derivante da parole in greco, in latino, in sanscrito e in altre lingue morte.

Questo vocabolo eccentrico, la sintassi disarticolata, la disposizione stessa del testo, non rispettano nessuna tradizione e obbligano il lettore a mettersi sulle tracce di un messaggio che ha perso ogni evidenzia, ogni caratteristica immediata. Inoltre i termini carichi di significati multipli, sono accentuati ancora di più dal ricorso sistematico al simbolo, che contribuisce a orientare gli studi linguistici dei secoli successivi. L’opera testamento che descrive la poetica di Mallarmè è Un colpo di dadi mai abolirà il caso.

Un colpo di dadi mai abolirà il caso

Quest’opera è l’esperienza più estrema del simbolismo e più probabilmente di tutta la poesia del Novecento. Fu composta da un’unica e immensa frase che si stende su venti pagine e che mimetizza tipograficamente il gesto del lancio dei dadi. Ovviamente nell’opera ci sono versi che esplicitano il rapporto tra il lancio dei dadi e la brevità folgorante del pensiero.

Mallarmé ha pensato di realizzare non una semplice raccolta di versi, ma “IL” libro perfetto. Secondo lui è una sintesi impersonale di tutti i libri possibili che possa esprimere la significazione del mondo, in modo definitivo e totale. Non è riuscito a farlo ma questo progetto è rimasto l’obiettivo finale della missione quasi sovraumana che attribuisce alla poesia. 

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: