Michele Rech, il fumettista conosciuto come Zerocalcare

Il fumettista romano Michele Rech, alias Zerocalcare, nasce il 12 dicembre 1983 ed è uno dei più conosciuti e apprezzati artisti del genere, in Italia. Acclamato per il personaggio che porta il suo nome, divenne inconfondibile ed iconico per fumetti e illustrazioni.

Il giovane autore nasce in provincia di Arezzo, passa l’infanzia in Francia, per poi trasferirsi a Roma, nel quartiere di Rebibbia. La capitale lo conquista fin da subito, diventando sfondo delle sue storie. Ed è proprio a Roma, nel liceo linguistico francese Chateaubriand, che ebbe il suo primo approccio al mondo del fumetto.

Michele Rech e Zerocalcare - Photo Credits: ilpost.it
Michele Rech e Zerocalcare – Photo Credits: ilpost.it

Zerocalcare verso il successo

Il successo però non gli cadde dal cielo. Dopo il liceo, si butta subito nel mondo del lavoro, disegnando fumetti per concerti, manifestazioni, centri sociali, dischi. Nel 2011, decide di aprire un blog, il quale lo porta a farsi conoscere ad un pubblico sempre più vasto. Ed è proprio in una discussione online che nasce casualmente il nome d’arte Zerocalcare, ispirato da uno spot televisivo di un anti-calcare che stava andando in onda in quel momento.

Il modo con cui riesce a rappresentare la realtà di molti lo rende il fenomeno del momento, amatissimo sia da grandi che dai più giovani. Inizia a collaborare con Radio Onda Rossa, e diventa illustratore del quotidiano Liberazione, del mensile La Repubblica XL, oltre che fumettista online di DC Comics.

Fumetto Zerocalcare e Armadillo - Photo Credits: Esquire.com
Fumetto Zerocalcare e Armadillo – Photo Credits: Esquire.com

I personaggi iconici

Il personaggio che porta il suo nome è ormai diventato iconico, come le personificazioni delle emozioni da parte di mostri che incarnano disagi, ansie e sentimenti condivise dalla sua generazione, e non solo. I fumetti di Zerocalcare descrivono, quindi, con una vena ironica tutta sua, una società accomunata da un futuro di incertezza e precarietà.

Un altro personaggio che diventa ricorrente nell’opera di Zerocalcare, è Armadillo, una proiezione soggettiva dello stesso Michele Rech. Su questo personaggio scriverà un libro nel 2011 intitolato La profezia dell’armadillo, ristampato ben cinque volte e divenuto anche un film uscito nelle sale italiane nel 2018.

Libro " La profezia dell'armadillo" - Photo Credits: zerocalcare.it
Libro ” La profezia dell’armadillo” – Photo Credits: zerocalcare.it

Il 2020 segna un’ulteriore svolta nella carriera di Zerocalcare. Il suo volto per la prima volta diventa noto al grande pubblico grazie alle partecipazioni fisse al programma Propaganda Live, su La 7, durante i mesi della quarantena per il Covid-19.

Qui Michele Rech ogni venerdì sera propone Rebibbia Quarantine, un diario a fumetti animato che riscuote un successo tale da venire ripreso il giorno successivo dai principali siti d’informazione, generando milioni di visualizzazioni.

Federica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: